arredamento monolocaleCon quel che costano gli affitti oggi, per un single stanco di condividere la casa con altre persone, non ci sono molte possibilità di scelta. L’unica soluzione per conquistare la propria autonomia è accontentarsi di un monolocale. Ma chi ha detto che un appartamento dalla metratura ridotta non possa diventare una bella casa?

Qui a Tappeto su Misura siamo convinti che lo stile sia sempre una sfida, ma oggi, insieme a te, vogliamo affrontare questa impresa un po’ più difficile delle altre: arredare un monolocale e ottenere un ambiente comodo, accogliente e bello da vedere.
 
Se hai rinunciato all’idea di andare a vivere da solo perché ti sembrava impossibile riuscire a integrare cucina, zona giorno e zona notte in un’unica stanza, in questo post scoprirai come superare questo scoglio e goderti la tua tanto agognata indipendenza.
 

Lezione numero 1: il tuo monolocale è un openspace

La prima lezione da imparare per arredare un monolocale è cambiare la prospettiva con cui lo si guarda. Non immaginarlo come una scatoletta di tonno in cui far entrare tutta la tua vita. Piuttosto, vedilo come un openspace da arredare e decorare in un modo tutto nuovo rispetto alla tua vita da coinquilino. Ti divertirai un mondo a progettare i vari spazi.
 
In questa visione delle cose orientata alle novità, c’è una regola da seguire: lasciare fuori dalla porta il superfluo e il brutto. Spesso ci affezioniamo a oggetti e mobili e ci ostiniamo a scarrozzarceli dietro di trasloco in trasloco. Nel tuo nuovo monolocale, ops… openspace, non ci sarà spazio per tutto ciò che hai accumulato negli anni, tanto più se si tratta di elementi che non si abbinano con l’obiettivo che siamo prefissi: arredare il tuo nido con stile.
 

Lezioni numero 2: arredamento essenziale

arredamento su misura cucina
Imparare a non “sovraffollare” gli spazi è fondamentale se si vuole arredare un monolocale in modo razionale. La seconda lezione che impareremo quindi è quella che riguarda l’essenzialità dell’arredamento. Uno stile congeniale a questo scopo, e molto in voga negli ultimi tempi, è il minimal, caratterizzato dall’utilizzo di pochi elementi d’arredo dal design contemporaneo.
 
Per l’angolo cottura scegli elettrodomestici e pensili in finiture metalliche e, se puoi, costruisci un muretto divisorio con piano in vetro che userai come tavolo. Per la zona soggiorno scegli una combinazione basic, composta da una base su cui potrai poggiare il televisore e pensili dalle forme allungate e lineari. Invece del divano, prendi un futon che si trasformerà in letto per la notte.
 

Lezione numero 3: colori neutri per le pareti

Vernicia i muri con tinte neutre. I colori accesi non sono consigliabili in spazi piccoli perché li fanno apparire ancora più ristretti. Potresti pensare a un ambiente bicolore con prevalenza di bianco e una parete tortora. Puoi riprendere questo abbinamento sulle tende.
 

Un tappeto su misura per decorare con semplicità

tappeto su misura in viscosa
L’essenzialità è la linea guida che dovrai seguire anche nelle scelte decorative. Via tutti i ninnoli, quindi. Al loro posto ci sarà un tappeto su misura dal colore sobrio ma con un tessuto brillante che contrasterà piacevolmente con la pittura opaca dei muri.
 
Ti suggeriamo un tappeto come il nostro Madras, della Luxury Collection e realizzato in viscosa: darà un tocco di eleganza all’ambiente.
 
E così, siamo giunti alla fine di questa impresa e abbiamo scoperto che è possibile arredare un piccolo appartamento in grande stile. E se vuoi conoscere altre possibilità di home décor con un tappeto su misura, visita il nostro sito
 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.