rivestimento pavimenti
Tra le decisioni più difficili da prendere quando si costruisce o si ristruttura una casa c’è quella che riguarda il rivestimento del pavimento. Se ti trovi in questa situazione, scommettiamo che ti stai arrovellando il cervello per cercare una soluzione che sia stilosa, pratica e, possibilmente, anche economicamente accessibile. Sappi che le piastrelle in materiale ceramico, il parquet e la moquette non sono le uniche opzioni a tua disposizione.

In questo articolo ti facciamo scoprire altri 3 modi per rivestire il pavimento.

Il pavimento in resina: caratteristiche, pro e contro

La soluzione del pavimento in resina è molto particolare ed è in grado di restituire diverse possibilità estetiche di grande impatto. La resina può essere uniforme o spatolata, lucida (anche con effetto a specchio) od opaca (effetto cemento).

Il bello della resina è che permette di scegliere tra tantissime colorazioni e consente anche la combinazione di più colori. Altro vantaggio estetico di questo materiale è il fatto che conferisce spaziosità: non presentando fughe, infatti, il pavimento in resina inganna l’occhio che percepisce l’ambiente come più ampio di quello che è.

Ma… sì c’è un “ma”, anzi più d’uno. Innanzitutto la posa della resina è un’operazione che richiede grande accuratezza ed esperienza. Questo perché, per raggiungere un risultato ottimale, sia dal punto di vista estetico che da quello strutturale, è necessario valutare alcuni fattori imprescindibili come la stabilità e le caratteristiche tecniche del pavimento e del supporto su cui verrà posata la resina. Se questi non sono solidamente fermi, coesi e puliti, si rischia di ottenere un esito ben poco apprezzabile. Ecco perché, se scegli questa soluzione per il tuo pavimento, ti consigliamo di affidarti a un professionista e di mettere da parte l’idea del fai-da-te.

Un’ultima informazione utile sul pavimento in resina: la resina epossidica risente dell’azione dei raggi UV che nel tempo provoca una variazione dei colori (tendono a ingiallire). Scegli questa tipologia, quindi, solo se vuoi un pavimento nei toni del beige, così avvertirai meno il cambiamento del colore. Altrimenti, prediligi le resine acriliche, cementizie o poliuretane che non sono soggette a questo problema.

Il pavimento in cemento: caratteristiche, pro e contro

Se sei un fan dell’industrial-style, il pavimento in cemento ti piacerà. Devi sapere che, oltre a presentarsi nel classico grigio, il cemento può anche essere colorato e decorato. Non solo: il pavimento in cemento non è solo opaco e spatolato, ma è possibile averlo anche lucido e levigato, acidato, vetrificato e verniciato. Quindi hai un bel ventaglio di alternative tra cui scegliere.

Dal lato pratico, il cemento garantisce lunga durata, impermeabilità e alta resistenza. È però necessario prestare molta attenzione sia alla composizione del cemento che alla fase di messa in posa, per evitare rotture o sbriciolamenti del pavimento.

Pavimento modulare in gomma PVC: resistente, personalizzabile e autoposante

quadrotte in pvc
La terza opzione per rivestire il pavimento di cui vogliamo parlarti è un prodotto che forniamo noi di Tappeto su Misura, ossia le quadrotte in PVC.

Questa soluzione è adatta sia agli ambienti domestici che a quelli commerciali. Il pavimento a moduli in PVC è ideale anche per contesti particolari, come gli asili, le ludoteche e le palestre, oppure può essere utilizzato per allestire aree espositive.

I suoi principali vantaggi si possono così riassumere:

  • è resistente: il PVC, come sappiamo, è un materiale robusto;
  • è facile da pulire: è lavabile al 100% e antibatterico;
  • è autoposante: le quadrotte si posano con il nastro biadesivo e sono facilmente rimovibili;
  • è modulare: se una quadrotta dovesse rovinarsi, la cambi immediatamente.

rivestimento per pavimenti in pvc
Le quadrotte sono disponibili in tanti colori diversi: bianco, nero, grigio, verde, blu, arancio, rosso e giallo. Puoi realizzare un pavimento total black o total white o puoi creare una scacchiera, in stile pop. Il bello di questa soluzione modulare è che ti consente di sbizzarrirti con la fantasia.

Allora, per quale di questi 3 modi per rivestire il pavimento opterai? Siamo curiosi di saperlo. E se tu sei incuriosito dalle quadrotte in PVC, puoi scoprirne di più qui.

 

2 Responses to 3 modi per rivestire il pavimento con stile e praticità

  1. Mattia Della Monica ha detto:

    Salve,
    vorrei ricoprire un pavimento di un locale di circa 220mq
    con un pavimento in gomma modulare pvc. e possibile ricevere un preventivo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.